Feel and Trust

Ecologia, Salute ed Economia

Archive for 16 marzo 2009

Le energie rinnovabili spingono Prysmian

Posted by darmel su 16 marzo 2009

Repubblica (16 marzo 2009) – Sono assolutamente positivi i giudizi degli analisti su Prysmian, dopo la presentazione dei risultati relativi all’anno finanziario 2008, pubblicati all’inizio di marzo. Gli esperti di Equita Sim hanno definito i numeri della società, leader mondiale nel settore dei cavi e sistemi ad elevata tecnologia per il trasporto di energia e per le tlc, solidi e migliori delle attese, e hanno premiato il titolo con il giudizio “buy” (comprare) e con un target price a 13 euro. Prysmian è “buy” anche per l’ufficio studi di Intermonte che però fissa il prezzo obiettivo a quota 11,8 euro mentre per Mediobanca le azioni del gruppo guidato da Valerio Battista sono “outperform” e con un prezzo obiettivo a quota 12 euro. Gli analisti sottolineano che è stato spiegato come Prysmian dovrebbe trarre vantaggio dai piani di sostegno alla ripresa dell’economia varati dai governi americano, cinese e dalla Comunità Europea, in cui sono previsti investimenti superiori a 150 miliardi di dollari per l’ammodernamento e la realizzazione di impianti di generazione e di reti di trasmissione e distribuzione di energia, in particolare in quelle rinnovabili.

Il gruppo italiano è molto forte in questo settore e anche nel 2008 ha acquisito nuove commesse come la realizzazione della interconnessione sottomarina di Doha Bay e il collegamento alta tensione terrestre di Kahramaa, fase VIII, in Qatar. Sul versante delle energie rinnovabili, inoltre, Prysmian è stata scelta per la realizzazione dei collegamenti dei due più grandi parchi eolici offshore in costruzione al mondo, il Greater Gabbard in Gran Bretagna e il Thanet nel Mare del Nord.
I vertici della società nata dallo scorporo della divisione cavi dal gruppo Pirelli, hanno spiegato che l’esercizio 2008 è stato caratterizzato da uno scenario di mercato in progressivo deterioramento, in linea con l’andamento generale dell’economia. In questo contesto Prysmian è riuscita a conseguire risultati in crescita. Al netto delle variazioni del prezzo dei metalli, delle variazioni dei cambi e a parità di perimetro, la crescita organica complessiva è stata del 4,2 per cento, portando i ricavi del gruppo a un ammontare di 5.144 milioni di euro. L’Ebitda rettificato a fine 2008 è risultato pari a 542 milioni di euro rispetto ai 529 milioni del 2007 con un’ incidenza sui ricavi salita al 10,5 per cento dal 10,3 per cento. – FRANCESCA PAOLA RAMPINELLI

Fonte: laRepubblica.it

Annunci

Posted in azienda, economia, energia rinnovabile | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »