Feel and Trust

Ecologia, Salute ed Economia

Archive for 21 marzo 2009

La fusione nucleare pulita made in Italy

Posted by darmel su 21 marzo 2009

hioIl Professor Fabio Cardone, grande esperto di fisica nucleare, dal 2007 ad oggi è riuscito a sviluppare una tecnologia straordinaria, con la quale è in grado di produrre una fusione nucleare con l’uso degli ultrasuoni ed il cloruro di ferro. Con questa tecnologia sviluppata presso il CNR (e dunque sotto lo stato di propietà dello stesso Stato italiano) potremmo risolvere i nostri problemi di bilancio, oltre che ripulire il mondo intero.Questo sistema NON PRODUCE alcun tipo di rifiuto tossico o radioattivo ma non solo, con questa scoperta è possibile generare un’energia doppia rispetto a quella prodotta con l’uranio. Senza considerare che il ferro è un’elemento abbondante in natura, mentre l’uranio è quasi esaurito.
Ma c’è di più! Il professor Cardone ha scoperto che grazie a questo sistema è possibile addirittura utilizzare le scorie radioattive prodotte dalle tradizionali centrali nucleari (che i vari stati non sanno più dove metterle), per fargli produrre ancora energia e contemporaneamente renderle inerti. Con questa tecnologia è possibile sfruttare ancora le scorie radioattive e renderle completamente prive di radioattività una volta esaurite.

Servono soli 350 milioni di euro al professor Cardone, per testare su larga scala questa tecnologia, ma lo Stato ha risposto che non ci sono i fondi.
Ci sono i fondi per il ponte sullo stretto, ci sono per costruire 4 centrali nucleari che quando saranno pronte non esisterà più l’uranio per alimentarle, ma non ci sono 350 milioni per finanziare una rivoluzione. In questo link potete leggere un’intervista al professore, in cui parla del progetto e spiega il problema dei fondi: http://nuovonucleare.splinder.com/

Quali interessi e poteri sono così forti, da impedire lo sviluppo su larga scala di un progetto che può garantire la sostenibilità dello sviluppo mondiale?
Una cosa è certa, non possiamo permettere che gli interessi personali e scellerati dei politici, ci privino di questa scoperta epocale.
Abbiamo il dovere di far sapere a quanti più italiani possibile, dell’esistenza di questa straordinaria scoperta, altrimenti sarà l’inizio della fine e ne saremo tutti responsabili.

INDIGNAMOCI e diffondiamo la notizia!

Fonte:
nuclearepulito.info (articolo originale)
scheggedivetro.blogosfere.it

Posted in energia nucleare, energia pulita, tecnologia | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Earth Hour: boom di adesioni in Italia

Posted by darmel su 21 marzo 2009

Sono più di 100 le città che aderiranno il prossimo 28 marzo ad Earth Hour, la campagna lanciata dal WWF per sensibilizzare sulle tematiche ambientali.
Tra i molti monumenti che si spegneranno per un’ora in tutta Italia si registrano il Ponte di Rialto, la Torre di Pisa, il Maschio Angioino, la Reggia di Caserta, lo Sferisterio di Macerata, Piazza Castello a Torino, l’Arena di Verona, la Valle dei Templi, il Castello Sforzesco, l’Acquario di Genova, l’Arco di Traiano a Benevento.
Solo a Roma, inoltre, rimarranno al buio la Cupola di San Pietro, il Palazzo del Quirinale, il Colosseo, Palazzo Madama, il Palazzo di Montecitorio e Palazzo Valentini.
La campagna, partita solo 2 anni fa, si è diffusa capillarmente in tutto il mondo grazie alla propaganda in rete e al passaparola sui social network: è stato calcolato che l’espressione “Earth Hour” viene cliccata sul web mediamente ogni secondo e mezzo.
Significativo per la diffusione anche il contributo di testimonial d’eccezione come Francesco Totti, Francesco Facchinetti, Beppe Braida, Camilla Raznovich, Rita Levi Montalcini, Desmond Tutu, Margherita Hack, Cate Blanchett, Roberto Vittori. 

Fonte: bitcity.it

Posted in ambiente, iniziative, sostenibilità | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Verus Energy – la società che produce energia dai rifiuti

Posted by darmel su 21 marzo 2009

I co-fondatori di Verus Ltd Tim Jervis e David Diracles hanno capito che la generazione di energia a livello mondiale richiede colossali infrastrutture per sostenere i cambiamenti del pianeta.

Verus Energy è una nuova forma di società di sviluppo che si concentra sulla costruzione di impianti di energia da fonti rinnovabili che utilizzano i rifiuti come materia prima. Jervis e Diracles spiegano che “sono in grado di progettare, costruire e gestire centrali elettriche che utilizzano i rifiuti, piuttosto che i combustibili fossili come fonte di energia”.
La loro missione è di aiutare il Regno Unito (e presto gli Stati Uniti) a utilizzare i rifiuti per produrre energia.

Invece di inquinare l’aria con la tradizionale generazione di energia elettrica (cioè l’incenerimento dei rifiuti), Verus utilizza processi molto più puliti:
– digestione anaerobica: i rifiuti sono convertiti in biogas attraverso la decomposizione della materia organica come conseguenza della digestione batterica
– pirolisi: si espongono ad alte temperature i rifiuti, ma in assenza di ossigeno, cosicchè non possano bruciare. L’alta temperatura converte i rifiuti in un gas sintetico

Infine il biogas e i gas sintetici creati con la digestione anaerobica e la pirolisi possono essere bruciati nello stesso modo del gas naturale per produrre elettricità e calore.

Negli Stati Uniti un certo numero di comuni e imprese stanno seriamente considerando o già costruendo questo tipo di impianti. Il Giappone è diventato il leader nell’impiego di queste tecnologie perché essendo una nazione su un’isola ha poco spazio da dedicare alle discariche.

Fonte: cleantechnica.com

Posted in ambiente, azienda, riciclo, rifiuti, sostenibilità, tecnologia | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »