Feel and Trust

Ecologia, Salute ed Economia

Archive for 22 marzo 2009

Moratti Jr: Saras ora punta su energie rinnovabili

Posted by darmel su 22 marzo 2009

ROMA (Reuters) – In un’intervista pubblicata oggi da un quotidiano, Angelo Moratti, vicepresidente della Saras, ha detto che la società di raffinazione e distribuzione del petrolio sta puntando sulle energie rinnovabili, compreso l’eolico.

“Sono favorevole a qualsiasi tipo di energia che garantisca un ridotto impatto ambientale e che sia economicamente sostenibile”, ha detto Moratti nell’intervista al “Corriere della Sera”.

“La raffinazione e la distribuzione non sono gli unici business di Saras. Produciamo anche energia elettrica attraverso un impianto di generazione a ciclo combinato. Inoltre siamo stati tra i primi ad investire nell’eolico e continuiamo ad investire in innovazione”.

Parlando di eolico, il numero due di Saras ha citato il campo di Ulassai (in Sardegna) che, ha detto, ha una capacità di 72 megawatt.

Moratti ha anche difeso l’ingresso in Borsa della società, affermando che da quando c’è stata la collocazione sul mercato azionario “i nostri risultati non solo sono cresciuti ma sono sempre stati superiori agli obiettivi prefissati in occasione della quotazione”.

Fonte: Reuters Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in azienda, economia, energia eolica, energia rinnovabile | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Produrre acqua dall’umidità dell’aria

Posted by darmel su 22 marzo 2009

Recentemente in commercio si stanno diffondendo apparecchi per ricavare acqua perfettamente potabile dall’umidità dell’aria.

Il principio di funzionamento è quello della condensazione: infatti l’aria viene messa a contatto con un refrigerante, il vapore acqueo si condensa (come quando si tira fuori un recipiente dal frigo e diventa tutto appannato) ed ecco che iniziamo a raccogliere l’acqua.
L’acqua ricavata in questo modo viene resa potabile con diversi metodi a seconda dell’apparecchio che viene acquistato: filtri a carbone, sterilizzazione ultravioletta, etc. quindi non importa se l’aria da cui viene estratta l’acqua è inquinata.
In sostanza possiamo immaginage questi apparecchi come deumidificatori che aspirano l’aria per ricavarne acqua e, tramite un sistema di filtraggio, fanno si che questa sia adeguatamente pura per essere bevuta.
I produttori sostengono che questo genere di macchine sono in grado di produrre fino a 12 litri d’acqua al giorno, che sono sufficienti ad una famiglia per bere e cucinare.

Forse per chi ha a disposizione l’acqua tutto l’anno questo apparecchio non sembra un’idea geniale, ma per certe zone dell’Italia e in particolare per i paesi del Terzo Mondo potrebbe essere una soluzione da valutare. Se poi pensiamo che l’energia per questo sistema può venire da fonti alternative come il solare e l’eolico, allora si potrebbero rendere autosufficienti in modo assolutamente sostenibile anche aree remote della Terra dove non è presente nè una rete idrica, nè una rete elettrica.

Sul web ho trovato due apparecchi in particolare:

Qui di seguito potete osservare uno schema con le varie fasi del processo, dalla raccolta dell’umidità alla fornitura finale di acqua potabile (lo schema è tratto dal sito del prodotto h2home):

Riferimenti dal web:
blogeko.libero.it
pctuner.net
jacopofarina.wordpress.com
h2omilano.org

Posted in ambiente, sostenibilità, tecnologia | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »